Jacobs Sunny

Sonia Jacobs, detta Sunny,

condannata a morte negli Stati Uniti nel 1976 e scagionata sedici anni dopo, oggi ha settantun anni e vive in una fattoria in Irlanda insieme al marito Peter Pringle, circondata dall’affetto dei figli e dei nipoti.

Sunny e Peter sono accomunati da un destino simile, poiché anche Peter è stato accusato in Irlanda nel 1980 dell’omicidio di due agenti di polizia. La sua condanna è poi stata annullata dopo quindici anni trascorsi in cella, di cui dieci da condannato a morte. I due, che si sono incontrati a una conferenza organizzata da Amnesty International, viaggiano per il mondo per testimoniare l’ingiustizia e la crudeltà della pena di morte e si battono strenuamente per la sua abolizione. Insieme hanno creato un’associazione finalizzata all’aiuto e all’assistenza degli ex-condannati a morte ora liberi, per far sì che si possano ricostruire una vita, nuova e serena.

Tempo rubato è stato pubblicato per la prima volta in Gran Bretagna nel 2007 poi in Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Svezia, Slovenia, Portogallo e Polonia.


Opere pubblicate