Lo Cascio Luigi

Luigi Lo Cascio,

nato nel 1967 a Palermo, si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” nel 1992. Dopo un’esperienza cabarettistica, lavora in teatro con Tiezzi, Patroni Griffi, Quartucci, Cecchi, Ronconi. Esordisce nel cinema con I cento passi (2000), di Marco Tullio Giordana e ottiene la “Coppa Volpi” come miglior attore alla LVIII Mostra Internazionale del Cinema di Venezia per Luce dei miei occhi (2001), di Giuseppe Piccioni.

Tra i titoli della sua filmografia si rammentano: Occhi di cristallo (2002), di Eros Puglielli; Buongiorno, notte (2003), di Marco Bellocchio; La meglio gioventù (2003), di Marco Tullio Giordana; La vita che vorrei (2004), di Giuseppe Piccioni; Mare nero (2005), di Roberta Torre; La bestia nel cuore ( 2005), di Cristina Comencini; Il dolce e l’amaro (2007), di Andrea Porporati; Gli Amici del Bar Margherita (2009), di Pupi Avati; Noi Credevamo (2010), di Mario Martone.

Per il teatro ha scritto e interpretato Nella tana (da Kafka) e La caccia (da Euripide).

Opere pubblicate