Minetti Vittoria

Vittoria Minetti nasce a San Giorgio Canavese in provincia di Torino il 21 Marzo 1948; qui passa l’infanzia, la giovinezza ed i primi dieci anni di matrimonio. Si sposa infatti molto giovane, a soli diciannove anni ed ha un unico figlio ormai prossimo “quaranta”. Inizia a scrivere in italiano, proprio per lui, giocando con storielle inventate sugli animali di casa. Nell’ 86, sempre per gioco e sollecitata dal marito che, ancora oggi, è il suo primo critico, si cimenta, da autodidatta, con la prima commedia in piemontese “Tut as rangia”. Da qui nasce la vera passione e non si lascia sfuggire l’occasione di seguire i corsi regionali di lingua piemontese tenuti dal Prof. Dario Pasero. Ora vive in una frazione canavesana di poche anime, in mezzo al verde dove, la poca illuminazione, permette ancora di vedere le stelle. Spesso combatte contro i mulini a vento ed ultimamente proprio contro i pretesi “illuminatori” della sua borgata. Ama i bambini, la natura e gli animali e si mette in discussione soltanto quando crede che ne valga veramente la pena. Le piace osservare il comportamento degli altri da cui trae spunto per commedie e racconti. “Lo scrivere” afferma “è soltanto copiare dalla vita e dai ricordi!”.

Opere pubblicate