Venerdì 19 novembre 2010, si è spento, a 83 anni, Enrico Ramasso.

Fondatore nel 1953 della Tipolito Subalpina, dalla quale è nata nel ’96 la Neos edizioni, aveva lavorato nel settore della stampa fin dai suoi quindici anni. Tipografo valente, aveva fatto del suo mestiere e della sua azienda una vera passione, sempre alla ricerca della qualità migliore e delle più nuove tecnologie per realizzarla. Negli anni era stato stimato collaboratore di tante case editrici torinesi, studi grafici, aziende. Ritiratosi a Rubiana con l’amata moglie Gabriella, dopo 66 anni di professione, aveva iniziato a dipingere, mettendo sulla tela quell’universo di colori che per tutta la vita aveva frequentato per lavoro. Esigente e combattivo, ma appassionato, istintivo, generoso e straordinariamente pronto all’amicizia, era soprattutto dotato di una vitalità e di una creatività che si sono spente solo qualche ora prima di lui. Lo ricordano tutti quelli che hanno lavorato con lui, in primo luogo le figlie Silvia e Luisa con le quali ha condiviso l’attività d’impresa per trent’anni, la moglie Gabriella, il socio Giulio, le dipendenti e i collaboratori della Neos edizioni e gli ex dipendenti della Tipolito Subalpina, i tanti clienti e fornitori con i quali spesso ha instaurato relazioni di vera e duratura amicizia.
Si ringraziano tutti coloro che gli sono stati amici e vicini nella vita e quelli che in sua memoria vorranno lasciare alla parrocchia un’offerta per il restauro del Santuario della Bassa, un luogo di pace e di serena meditazione fra le montagne che tanto amava.