Prosegui





La password verrà inviata via e-mail.

Carrello

Il carrello è vuoto

NEOS Edizioni » Poesia » Ancora

Ancora

Ancora

Autore: Melano Daniele

Prezzo: € 10.00

Prezzo acquisti on-line: € 8.50

Loading Updating cart...

Pagine72 pagine

Rilegaturabrossura

Formato20x12

Contenuti:

Quaranta poesie, venti in italiano e venti in piemontese, per raccontare la vita e l’amore.

Poesia… questo sublime sentimento che è dentro di noi, anche se a volte non riusciamo a riconoscerlo. Così restiamo incantati davanti ad un bel fiore, ci mettiamo a giocare con un cucciolo di cane, leggiamo un libro davanti al fuoco di un camino, ma non sappiamo riconoscere che queste cose sono le poesie che respiriamo tutti i giorni. Dalla mischia, ogni tanto, esce un braccio armato di penna. E’ il braccio di qualcuno che queste sensazioni le vive in maniera diversa, il braccio che scrive poesie. Non importa come si chiami il proprietario di quel braccio, l’importante è la sensazione che vive e che la sappia trasmettere agli altri, che sappia far provare delle emozioni, che riesca a scatenare in noi passione e curiosità per quello che leggiamo.
Poi c’è l’amore. Amore inteso come grande, universale e non soltanto come dominio di qualcuno. Amore per la terra, questa mia terra che da quasi mezzo secolo riesce a stupirmi con i suoi cambiamenti e con i suoi regali; amore per le tradizioni e gli usi, per la cultura di questa mia terra dove posso rispecchiarmi nelle credenze contadine o nei modi di fare dei montanari; amore per gli amici con i quali si dividono le gioie ed a volte si condividono anche i dolori; amore per le figlie a cui si cerca di insegnare una strada nel rispetto delle idee e delle persone; amore per la mia D., con cui divido momenti belli e momenti meno belli, con cui confronto le idee, con cui vivo gli attimi rubati ai secondi, con cui brucio la mia passione…

Sornione giro attorno alla preda,
la preferita
del giorno, del momento, della vita.

Accovacciato osservo i movimenti, la tranquillità
di chi gioca, di chi ride e non sa.

D’improvviso la zampata veloce,
lei è sola
e con un balzo l’assalto alla gola.

Nell’avvenire la calma è tornata,
resta sgomento
chi ha perso per un colpo di vento.

Come un felino con passi felpati
vinco nel dolo,
ma nel voltarmi indietro sono solo.

Collane