Prosegui





La password verrà inviata via e-mail.

Carrello

Il carrello è vuoto

NEOS Edizioni » Narrativa » Confiteor

Confiteor

Confiteor

Autore: Meistro Roberto

Prezzo: € 12.00

Prezzo acquisti on-line: € 10.20

Loading Updating cart...

Pagine96 pagine

Rilegaturabrossura

Formato20x12

Contenuti:

Langhe, anni ’50. In un freddo inverno, al commissario Salvatore Tabella, uomo del Sud dal carattere poco malleabile, viene affidato un complicato caso di omicidio e, come il classico elefante nel negozio di cristallerie, ogni suo movimento, domanda o congettura rischia di incrinare e ridurre in mille pezzi un delicato equilibrio. Mentre seguiamo le indagini su per i bricchi e attraverso i boschi, l’autore ci racconta di una terra ancora ben lontana dall’attuale successo del turismo enogastronomico, terra dura, dove la gente faticava per vivere, e racchiude la sua opera in questa cornice grezza, ormai coperta dalla patina del tempo passato. L’indagine, che coinvolge autorità civili ed ecclesiastiche, contadini e carabinieri si svolge tutta in cinque giorni, cinque giorni in cui la nebbia persistente che avvolge le colline rappresenta il perfetto scenario di una vicenda in cui non esistono né eroi né vincitori, ma solo uomini.

[...] La figura, appena intuita, di un animale gli tagliò improvvisamente la strada facendogli scordare velocemente la Sicilia e i suoi profumi e ricordandogli che invece era lì, in piena notte, senza neppure un caffè nello stomaco sperando di non finire in un fosso o peggio ancora, vista la nebbia che stava trasformando le colline in una grande, bianca, informe pianura. La macchina piano piano saliva per la stradina tortuosa e infangata e Salvatore pensava anche alla strana telefonata ricevuta dal questore. Strana per due motivi: il primo era che il questore lo aveva chiamato alle cinque del mattino come un contadino chiama il veterinario per la vacca che deve fare, il secondo perché gli aveva detto “Mi raggiunga subito alla chiesa di San Bartolomeo e, mi raccomando, venga solo”. Alle sei meno dieci era nella piazza del paese e intravedeva la figura del questore. Il dottor Santini era di profilo e la forma della sua pancia era come un’impronta digitale su di un documento, non potevi sbagliarti nel riconoscerlo; dietro di lui Salvatore riconobbe subito il capitano dei carabinieri Marengo e un altro individuo tutto intabarrato che pareva un poco nervoso. «Buon giorno signor questore. Che è successo di così importante da vederla in mezzo alla Langa che è ancora buio?». «Tabella, una cosa terribile, una cosa terribile. C’è un crocefisso in chiesa». [...]

Collane